29 dicembre 2015

Gli snack per animali: indicazioni per l'uso

I cosiddetti “snack” sia per cani che per gatti, si trovano ormai ovunque, sia nei negozi specializzati che addirittura al supermercato.
Se ne trova davvero di tutti i tipi, dai classici biscotti, a piccoli bonbon, a finti ossi e davvero ce ne sono per tutti i gusti, taglie ed esigenze. 
Come orientarsi però all'interno di questo dedalo di prodotti così diversi da loro?

Cominciamo con il sottolineare che gli snack fanno parte dell'alimentazione del vostro animale ma non possono in alcun modo sostituire un buon pasto bilanciato. Vengano infatti spesso considerati come mangimi complementari e vanno comunque sempre dati con parsimonia in occasioni particolari (e ora vedremo quali).

L'utilizzo migliore per questo tipo di cibo è per l'addestramento del proprio cane o per correggere dei comportamenti che vorreste migliorare. Ovviamente possono essere utilizzati anche con i gatti, offrendo “il dolcetto” al proprio micio come premio, ovvero come ricompensa quando attua un comportamento che volete rinforzare (tipo arrivare quando lo chiamate). 

In questo caso ecco quali snack scegliere:

Gli snack preconfezionati: facili da reperire e già pronti per l'uso. L'importante è saper scegliere quello più adeguato alle proprie esigenze (ora vi spiegheremo come).

Gli snack fai-da-te: vanno preparati a casa e sostanzialmente consistono nel comprare degli alimenti appetitosi come dei wuster o del formaggio e farne tanti cubetti. Il vantaggio consiste nello scegliere noi l'alimento che preferiamo ma lo svantaggio è che non sono molto comodi da mettersi in tasca e da portarsi dietro.

I biscotti: soprattutto per cani ce ne sono di moltissimi tipi, sia confezionati che artigianali (sicuramente più a misura di cane). Buoni ed appetibili hanno come svantaggio quello di non essere facilmente divisibili.

Quali snack evitare:
-    sostanzialmente tutti i cibi cucinati, i dolci e i biscotti per umani. Contengono infatti lavorazioni ed ingredienti che non sono compatibili con il metabolismo degli animali.

Ma una volta che abbiamo scelto e abbiamo lo snack in tasca, come lo dobbiamo usare? Ecco alcuni consigli pratici:

-    Fate una lista di gradimento di ciò che piace al vostro amico. Ogni animale ha un cibo preferito e non sempre sono gli stessi da cane a cane. Per l'addestramento utilizzate un bocconcino con basso o medio gradimento per insegnargli esercizi o compiti abbastanza facili, mentre scegliete i bocconcini che lui ama di più in assoluto per insegnargli compiti che necessitano di molta motivazione.
-    Tagliate sempre il prodotto che avete scelto in pezzettini molto piccoli. Questo serve per non dare eccessivo prodotto al vostro animale e per non soddisfarlo tutto in una volta.
-    Scegliete sempre i prodotti di qualità migliore e valutatene sempre la digeribilità per il vostro cane. Se avete dubbi chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia.
-    Scegliete snack che si spezzino agevolmente. Vi avevamo già anticipato infatti che i biscotti sono da evitare nell'addestramento ma possono invece essere dati come premio in più nella dieta del cane, ad esempio in occasioni speciali, in cui avete voglia di festeggiarlo e di coccolarlo un po' di più.
-    Scegliete snack facili da masticare e morbidi per l'addestramento mentre quelli più rigidi da sgranocchiare e mordere sono particolaremente indicate per la cura dell'igiene orale. Infatti rimuovono il tartaro che tende a ricoprire i denti del vostro animale e che, a lungo andare, potrebbe portare a veri e propri problemi dentali.

www.neropaco.net